Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

Lo Shiitake, fungo giapponese, potenzia (realmente) le difese

C’è un fungo, originario dell’Asia (in particolare del Giappone), ma venduto anche in occidente per le sue qualità in cucina e per le sue caratteristiche curative (sul sistema cardiovascolare), che sembra in grado di potenziare le difese immunitarie. È chiamato Shiitake (Lentinula edodes), e i ricercatori dell’Università della Florida (Stati Uniti) lo hanno dato tutti i giorni per un mese a un gruppo di una cinquantina di volontari sani, di età compresa tra i 21 e i 41 anni, chiedendo però di rispettare, nel contempo, alcune regole: non assumere fibre, tè e probiotici, perché avrebbero potuto avere un effetto antinfiammatorio in grado di “oscurare” quello dei funghi; non bere alcol in abbondanza, poiché questa sostanza, al contrario, danneggia le difese immunitarie; non essere né vegetariani, né vegani, o mangiare più di 7 porzioni di frutta e verdura al giorno, per poter confrontare i dati in modo più omogeneo, rispetto a chi segue un’alimentazione standard.

Come riportato sul Journal of the American College of Nutrition, alla fine della dieta (la “dose” quotidiana era di circa un fungo al giorno), tutti i volontari hanno mostrato una diminuzione dei marcatori dell’infiammazione, quali la proteina C reattiva, e un potenziamento dei linfociti T (soprattutto di tipo gamma-delta) e dei linfociti Natural Killer, nonché di alcuni tipi di immunoglobuline (anticorpi).

Secondo i ricercatori, questi dati ne confermano altri che erano emersi sporadicamente nell’ambito di altri studi, e danno sostanza alla tradizione popolare giapponese, secondo la quale lo Shiitake combatte le infezioni. Questo fungo, fra l’altro, si presta bene a essere cucinato, è saporito e ricco anche di sali minerali e proteine vegetali.

A.C.
Data ultimo aggiornamento 17 aprile 2015


Tags: linfociti T gamma-delta, natural killer, proteina C reattiva, Shiitake